Formato: 1,14 g

Prezzo: 5,10 euro

Dove trovarla: profumerie, saloni parrucchieri, sito: http://www.mesaudacosmetics.it/it/reseller  

dove potete utilizzare anche una comoda mappa interattiva dei rivenditori autorizzati per regione.

Da tanto volevo provare qualcosa di Mesauda Milano e finalmente se n’è presentata l’occasione con la mybeautybox di dicembre in cui ho trovato questa matita per sopracciglia, la Sourcils Eyebrow pencil!

Poi non contenta di provare un solo prodotto, in queste cose amo sbizzarrirmi, mi sono comprata anche il fondotinta e una fantastica palette di ombretti che sto testando e su cui vi aggiornerò nelle future review!

L’Azienda

Mesauda Milano è un’azienda giovane e competitiva che accosta ad un prezzo veramente conveniente, l’attenzione per i prodotti make-up di qualità, il packaging e il look giovanile e accattivante.

Il prodotto e packaging

La matita è ottima per delineare, riempire ed infoltire le sopracciglia. Mi è capitato il colore 01 su 4 varianti, che è simile ad un tortora, un marrone tendente al grigio per capirci, e devo dire che non pensavo ma si sposa benissimo con le mie sopracciglia castano scuro.

Dotata di spazzolino per sfumare il colore e pettinare, non necessita come altre matite della cera integrata grazie alla sua texture molto compatta e cerosa già di suo. La mina è della giusta consistenza, non  si sgretola e non è troppo dura. Le sopracciglia una volta delineate restano compatte, ordinate e stabili.

L’effetto dura tutta la giornata senza bisogno di ritoccare; praticamente quando mi strucco la sera le sopracciglia sono ancora perfette! Sinceramente non ho mai dovuto utilizzare lo spazzolino per ritocchi e sistemazioni grazie alla precisione ed efficacia di questa matita. Inoltre la sua texture cerosa, come vi dicevo, consente di fare a meno della doppia punta in cera che  contengono varie matite in  commercio e che inevitabilmente dimezza la durata della matita stessa.

L’INCI

Gli  ingredienti non sono il massimo…è vero e lo sappiamo che nel make-up piuttosto che nei prodotti per il corpo, è più difficile eliminare alcune sostanze ed avere prestazioni garantite. Tuttavia questa matita contiene parabeni, di cui si potrebbe fare tranquillamente a meno e polietilene tra i primi ingredienti dell’INCI. La tematica delle plastiche e microplastiche all’interno dei cosmetici e il loro impatto ambientale è un argomento che sta prendendo sempre più importanza richiedendone in futuro l’eliminazione. Girando un pochino in rete sto vedendo che la vendita di questa matita ormai è stata sostituita dall’analoga matita per sopracciglia Perfect Brows! Questa, pur mantenendo la presenza di parabeni, almeno non contiene più polietilene!

Cosa mi è piaciuto:

la texture perfettamente bilanciata e l’efficacia che dura ore senza ritocchi

Cosa non  mi è piaciuto:

La presenza di polietilene e parabeni nell’INCI.

Voto da 1  a 10:

7

Profumazione

N/A

Efficacia

5 stelle

Texture

5 stelle

Prezzo

Packaging

INCI

L’ANGOLO DELL’INCI

sole C10-18 TRIGLYCERIDES:  emolliente. Viene usato al posto di unguenti e paste in sostituzione degli olii vegetali. Può essere usato in tutte le concentrazioni.

sole MICA: allumino silicato, pigmento perlescente ad effetto coprente, con proprietà sebo-regolatrici e lenitive. Conferisce luminosità al viso. Utilizzato per ombretti, rossetti e fondotinta.

nuvola POLYETHYLENE: legante, emulsionante. Usato per tenere insieme gli ingredienti in un composto complesso. Può essere utilizzato per diluire altri solidi, o per aumentare lo spessore della porzione lipidica (olio). Aiuta la formazione di un sottile strato sulla pelle, capelli, unghie.  E’ presente in eyeliner, mascara, ombretti, matite per sopracciglia, rossetti, fard, ciprie fondotinta, detergenti per la pelle e prodotti per la cura della pelle.  Se utilizzato in prodotti per l’igiene orale, rende lucidi i denti, migliora l’alito, pulisce o deodora i denti e la bocca. Piccole perle in polietilene sono utilizzate anche come esfoliante e  levigante. Valutato dalla Cosmetic Ingredient Review (CIR), ingrediente sicuro per utilizzo cosmetico e per la cura personale alle attuali concentrazioni d’uso. Il polietilene può essere utilizzato in cosmetici e prodotti per la cura personale commercializzati in Europa secondo le disposizioni generali del regolamento sui cosmetici dell’Unione Europea. In fase di valutazione l’impatto ambientale delle plastiche e microplastiche utilizzati in prodotti per cosmetici, make-up e scrub, per la persistenza nell’ecosistema e in particolare in quello marino e nella catena alimentare che coinvolge le specie marine e di conseguenza l’uomo.

sole MICROCRISTALLINA: Conferisce consistenza al prodotto e ha la  funzione di stabilizzante. E’ considerata sicura per  uso  cosmetico.

nuvola HYDROGENATED TALLOW ACID: opacizzante, tensioattivo, emolliente. Derivato del grasso contenuto nel tessuto adiposo di pecore o bovini. Nei prodotti cosmetici e per la cura personale, utilizzato nella formulazione di trucco per gli occhi, rossetti, fondotinta, shampoo, saponi da rasatura, creme idratanti e prodotti per la cura della pelle.

Se utilizzato in cosmetici e prodotti per la cura personale in Europa deve essere conforme alla legislazione degli Stati membri dell’Unione Europea sui sottoprodotti e alle disposizioni generali del regolamento cosmetici dell’Unione Europea.

sole DIMYRISTYL TARTRATE: emolliente, condizionante per la pelle.

sole POLYGLYCERYL-2 OLEATE: condizionante per la pelle, emolliente, tensioattivo, emulsionante.

nuvola SORBIC ACID: conservante, antimicrobico e antifungino. Derivato dalle bacche di Sorbus aucuparia, albero della famiglia delle Rosaceae. Utilizzato nella formulazione di trucco  viso e occhi e prodotti per la cura della pelle e capelli. Utilizzato nei cosmetici fino a una concentrazione massima dello 0,6% in acido. Il gruppo del Cosmetic Ingredient Review (CIR), ha valutato questo ingrediente sicuro per utilizzo cosmetico e per la cura personale. Può essere impiegato anche in prodotti certificati bio. Solitamente è ben tollerato, in soggetti sensibili può provocare dermatiti da contatto e irritazioni.

fulmine ETHYLPARABEN: conservante. Antimicrobico e antifungino. Ammesso al di sotto dello 0,4% in singolo oppure al di sotto dello 0,8% in miscele. Sotto osservazione per la possibile correlazione con tumori al seno, in realtà l’FDA ha dichiarato che non c’è ragione di preoccupazione a riguardo e gli scienziati confermano che non vi è effetto se non debole sul sistema endocrino.

fulmine BHT: antiossidante. Combatte la formazione di radicali liberi. Più efficace se impiegato in combinazione con altri antiossidanti. Viene utilizzato in concentrazioni tra 0,0002% e 0,5%;limite massimo stabilito dal Cosmetic Ingredient Review (CIR) a causa del suo dubbio profilo tossicologico e del potenziale potere irritante su cute e mucose a concentrazioni più elevate.

nuvola CI 77891: Biossido di Titanio. Pigmento, minerale naturale estratto e poi purificato per utilizzo cosmetico. In campo alimentare è  l’E171. E’ utilizzato in modo sicuro in molti prodotti da pitture e cibo ai farmaci e cosmetici. Svolge inoltre un ruolo importante in alcuni prodotti di protezione solare per proteggere la pelle dalle radiazioni ultraviolette nocive del sole poiché ha anche proprietà di filtro fisico UVA+UVB.  Può essere utilizzato nelle creme solari fino ad una concentrazione del 25%.E’ utilizzato come colorante per conferire un colore bianco a cosmetici e prodotti per la cura personale che vengono applicati sulla pelle (compreso il contorno occhi), unghie e labbra. Contribuisce ad aumentare l’opacità e a ridurre la trasparenza delle formule dei prodotti. Il biossido di titanio assorbe anche, riflette, o diffonde la luce (tra cui la radiazione ultravioletta del sole), che può comportare il deterioramento di prodotti. Può portare alla formazione di radicali liberi e sotto osservazione per eventuali danni che può provocare all’organismo se usato sotto forma di nanoparticelle. Va quindi preferito l’utilizzo di titanio rivestito, che solitamente è il più impiegato in cosmetica mentre nanoparticelle possono trovarsi nellel protezioni solari. Nell’ambito della cosmetica, ampi studi evidenziano che nanoparticelle di questa sostanza non possono penetrare attraverso la pelle.Questa conclusione, tuttavia, non si applica alle applicazioni che potrebbero portare a esposizione per inalazione di nanoparticelle di biossido di titanio (come polveri o prodotti spruzzabili).

sole CI 77499: ossido ferroso, ferrico nero. Utilizzato per conferire tonalità alla pelle. A seconda degli ossidi di ferro o miscele di ossidi di ferro utilizzati, il colore varia da arancione, rosso, giallo al nero. Gli ossidi di ferro sono sicuri nei prodotti per la colorazione, compresi i prodotti cosmetici e di cura personale applicati alle labbra e l’area dell’occhio, a condizione che soddisfino determinate specifiche previste dall’FDA. Gli ossidi di ferro sono elencati come CI 77489, CI 77491, CI 77492 e CI 77499 nell’allegato IV, parte I del regolamento cosmetico dell’Unione Europea e possono essere utilizzati senza restrizione quando i requisiti di purezza sono soddisfatti. Se utilizzato in prodotti cosmetici nell’Unione Europea, questo ingrediente deve essere elencato sull’etichetta dal suo numero CI (Color Index).

sole CI 77492:  ossido di ferro giallo. in campo alimentare è  l’E172.  Utilizzato per conferire una colorazione particolare al viso. Non si conoscono controindicazioni in uso cosmetico. . A seconda degli ossidi di ferro o miscele di ossidi di ferro utilizzati, il colore varia da arancione, rosso, giallo al nero. Gli ossidi di ferro sono sicuri nei prodotti per la colorazione, compresi i prodotti cosmetici e di cura personale applicati alle labbra e l’area dell’occhio, a condizione che soddisfino determinate specifiche previste dall’FDA. Gli ossidi di ferro sono elencati come CI 77489, CI 77491, CI 77492 e CI 77499 nell’allegato IV, parte I del regolamento cosmetico dell’Unione Europea e possono essere utilizzati senza restrizione quando i requisiti di purezza sono soddisfatti. Se utilizzato in prodotti cosmetici nell’Unione Europea, questo ingrediente deve essere elencato sull’etichetta dal suo numero CI (Color Index).

sole CI 77491: pigmento organico, ossido di ferro. Conferisce tonalità alla pelle. Utilizzato in molti prodotti per make Up e per la cura della pelle. A seconda delle specifiche degli ossidi di ferro o miscele, il colore varia da arancio, rosso, giallo al nero. Può essere utilizzato in modo sicuro per i cosmetici coloranti e prodotti per la cura personale, compresi i prodotti destinati ad essere utilizzati sulle labbra e  nella zona degli occhi, se sono conformi alle specifiche FDA. E’ elencato come CI 77.489, CI 77491, CI 77492, e CI 77499 nell’allegato IV, parte I  del regolamento sui cosmetici dell’Unione Europea e può essere utilizzato in tutti i prodotti cosmetici e prodotti per la cura personale senza limitazioni.

1997total visits,3visits today